c
Welcome to my blog,
if you want,
you can have one also.
Enjoy!

Festa in Famiglia

In questo 2020, che tutto è stato tranne un anno semplice, può sembrare strano decidere di
festeggiare questa notte che ho sempre amato e per molte persone puzza di commerciale.

Per questo motivo ho deciso di scrivere questo post, per spiegarvi un pochino la nostra scelta e
qualche curiosità a riguardo… e per farlo devo partire proprio da un nostro ricordo.

La Fagioli è nata il 13 novembre e lo scorso anno, a causa di una brutta influenza, non siamo
riusciti a festeggiare come avremmo voluto.

Sì, la Fagioli aveva fatto in tempo a spegnere le sue 4 candeline a scuola assieme ai bimbi, ma
causa alcune restrizioni della privacy, non ci hanno potuto mandare alcuna foto di questa festina.

Ciò ha fatto sì che non avessimo una foto ricordo del suo 4° compleanno (non potete capire la
tristezza).

Quest’anno, vista la pandemia e tutti i divieti (giustamente), non si prospettava migliore… al che
col marito, memori di questa brutta esperienza, abbiamo deciso di diventare creativi e di cogliere
ogni possibilità che potesse essere stimolo di unione e, per iniziare questa nostra avventura,
Halloween ci è sembrata perfetta.

Sicuramente lo saprete, ma lasciatemelo dire: questa festività che si attribuisce agli americani ha
in realtà origini irlandesi, per l’esattezza celtiche. Era la celebrazione del passaggio tra la stagione
estiva e l’autunno, in cui si lasciava spazio al riposo non solo dell’uomo, reduce delle fatiche estive,
ma anche della natura che a mano a mano si spogliava dei verdi mantelli lasciando spazio ai rami
spogli dell’inverno.

La morte era il tema principale della festa, in sintonia con ciò che stava avvenendo in natura:
infatti, durante la stagione invernale la vita sembra tacere, mentre in realtà si rinnova sottoterra,
dove tradizionalmente riposano i morti. Da qui l’accostamento al culto dei morti.
(Se volete approfondire l’importanza della festività di Halloween nella cultura Irlandese vi consiglio: https://www.irlandando.it )

La cosa che mi ha sempre colpito di questa festa è lo spirito di condivisione che traspare dalle sue
tradizioni.

Questo ci ha portato a voler creare quella condivisione partendo proprio dalla nostra famiglia e
così abbiamo iniziato a progettare decorazioni che dovevano essere riutilizzabili ed ecologiche.

In tutto questo il nostro obiettivo principale è passare del tempo di qualità assieme.

Oltre alle decorazioni stiamo organizzando, nel nostro piccolo, anche una cena tutta a tema
mostruoso e, anche se faremo “Dolcetto o Scherzetto” bussando la porta da una stanza all’altra di
casa, credo che non mancheranno motivi per ridere e godere a pieni polmoni della magia che
abbiamo creato assieme.

Proprio perché stiamo facendo nostro questo spirito di condivisione, ho pensato di creare il
tutorial su come io e la Fagioli abbiamo realizzato i ragnetti che poi abbiamo appiccicato sui muri
della nostra casa.


Spero possa esservi utile per creare un momento speciale assieme ai vostri bambini.

first Photo by Paige Cody on Unsplash

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.