c
Welcome to my blog,
if you want,
you can have one also.
Enjoy!

Cose da aspettarsi in autunno…

Non so a voi, ma Agosto, per quel che mi riguarda, è passato in battibaleno…

In questo momento sono al mare con tutta la ciurma e ci troviamo quasi alle porte di Settembre, uno dei miei mesi preferiti, ma questa è un’altra storia che vi racconterò più avanti.

Il mio Agosto è passato un po’ in letargo estivo e un po’ a fare progetti quasi segreti, tant’è che alle volte mi sono chiesta se con voi sono stata troppo misteriosa e abbottonata; e possiamo togliere anche il “forse”, ormai così è andata, l’unico modo che ho per rimediare è svelarvi che con la fine di Settembre e l’inizio di Ottobre ricominciano i workshop e saranno dedicati all’indaco l’oro blu estratto dal guado e mi troverete a trottolare per il centro e il nord d’Italia. 

Oltretutto per le interessate alla stampa Botanica, ci sarà una nuova data, questa volta a Parma, in cui vi insegnerò questa tecnica e la sperimenteremo assieme facendo un po’ le streghe; I posti saranno limitati e,  per potervene accaparrare uno, vi consiglio oltre a controllare la sezione Workshop anche ti iscrivervi alla News Letter.

Ma a proposito del nostro oro blu, lo sapevate che in epoca romana l’azzurro del guado ( isatis tintoria) era mal visto e ad esso erano preferiti abiti dai colori caldi come il rosso e il giallo; questo perché i Celti, all’epoca nemici giurati dell’impero Romano, erano soliti vestire di blu e non solo anche le loro pitture di guerra erano realizzate con lo stesso pigmento. 

Il colore Blu otterrà nuova dignità nel primo medioevo e solo grazie ad un impulso di carattere religioso con l’affermarsi del cristianesimo, non a caso, il velo che copre il capo della Madonna è blu.

Oltre alle tecniche il colore nasconde anche un carattere sociale veramente affascinante, ancora oggi ne sentiamo la risonanza nella vita di tutti i giorni; non non trovate?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.