c
Welcome to my blog,
if you want,
you can have one also.
Enjoy!

A modo mio

Dunque, immaginatevi la scena: io che con un diploma da da grafico pubblicitario datato 2001, ma che non ha mai trovato un’utilità nella mia vita reale, ed Erika (santissima donna) che mi chiedeva come volessi che fosse il sito in questione.
La prima reazione è stato uno sguardo da pesce; ringrazio ogni giorno che in quel momento, fossi davanti allo schermo del computer e non di fronte a lei (sarebbe stato quanto meno imbarazzante).
La seconda reazione è stata poco produttiva, ovvero: mi sono arrabbiata per non aver fatto fruttare in qualche modo il mio diploma. Dispendio di energie che, per fortuna, è durato poco.


La terza è stata d’improvvisare a modo mio, di sentirmi a mio agio, con i miei strumenti.
Ho preso carta e penna e ho cominciato a disegnare il sito: come mi sarebbe piaciuto che fosse, che tipo di collegamenti avrei voluto vedere in esso…qualsiasi cosa avessi in mente la scrivevo.
Alla fine mi sono trovata, con due fogli pieni di scarabocchi, attaccati da un pezzetto di scotch e il cuore gonfio di soddisfazione. Sapevo che quello non era il metodo convenzionale e non me ne importava nulla: questo era il Mio metodo di lavoro, ed andava benissimo così.
Mi sono proprio resa conto che uscire dallo schema del “corretto modo di fare” mi ha fatto sentire al sicuro e, nello stesso tempo, scoprire strade non battute, che per noi possono essere veri e propri trampolini.
P.S. Alla fine Erika mi ha confidato che anche lei inizialmente usa il vecchio metodo di “carta e penna” e che non avevo inventato nulla… l’ho solo fatto mio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.